09
Mag
2018

, Si mangia lucano ai giochi olimpici dei diplomatici Onu

La cucina lucana protagonista ai giochi olimpici per i diplomatici ONU, in programma a Montecatini Terme fino al 6 maggio.

Grazie a Basilicata Bio, il consorzio regionale dei produttori del biologico, tra gli sponsor e i partner dell’edizione 2018 della manifestazione (nata per far socializzare tramite lo sport i membri delle agenzie e delle organizzazioni legate all’e Nazioni Unite, ndr) le due chef ambassador del sodalizio, Francesca Gambacorta e Piera Parisi, hanno tenuto per i circa 1600 partecipanti, provenienti da 47 paesi del mondo, un cooking-show durante la cerimonia inaugurale del 2 maggio, al Teatro Verdi a Montecatini Terme, con alla base un piatto preparato con ingredienti d’eccellenza del territorio lucano: strozzapreti con salsiccia di Pezzente e cacioricotta lucano e “Sassi” con vellutata di broccoletti, crusco e mollica croccante di pane di Matera.

Tutti i piatti sono stati serviti accompagnati da vino lucano e, inoltre, il consorzio sarà anche tra i fornitori ufficiali della cena di gala del 6 maggio, a cui sono stati invitati anche l’assessore alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, Luca Braia, e il segretario della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Giovanni Oliva.

I vincitori dei Giochi saranno premiati da Domenico Balsano (Pasta di Stigliano, Pastai di Matera) con una bottiglia di Carato Venusio di Cantine di Venosa e tutti i 1600 partecipanti saranno omaggiati con una selezione di prodotti lucani (Pasta di Stigliano, Tenute Zagarella) di altissima qualità affinché possano portar via con loro un bel ricordo e, al contempo, conoscere meglio la cucina lucana.

             



Commenta Si mangia lucano ai giochi olimpici dei diplomatici Onu

Potrebbero interessarti anche: